La Storia della Fondazione Edoardo Garrone

Fondazione Edoardo Garrone nasce nel 2004 per volontà di Riccardo Garrone, quale naturale evoluzione dell’impegno filantropico delle Famiglie Garrone e Mondini. Il suo scopo primario è quello di promuovere lo sviluppo sociale, economico e culturale. Costituita formalmente da San Quirico S.p.A. e da ERG S.p.A., è dedicata alla memoria di Edoardo Garrone che, nel 1938, avviò l’attività industriale del gruppo ERG. Alla guida della neonata Fondazione c’è Riccardo Garrone, che ne cura personalmente ideazione e sviluppo.

2004-2013
Uomo in primo piano con sfondo il porto

Fondazione Edoardo Garrone nasce nel 2004 come naturale evoluzione dell'impegno delle Famiglie Garrone e Mondini in campo sociale e culturale. Costituita formalmente da San Quirico S.p.A. e da Erg S.p.A., è dedicata alla memoria di Edoardo Garrone che, nel 1938, avviò l’attività industriale del gruppo ERG. Alla guida della neonata Fondazione c’è Riccardo Garrone, che ne cura personalmente ideazione e sviluppo.

La mission iniziale di Fondazione Edoardo Garrone è quella di favorire la più ampia fruizione culturale, artistica e scientifica: i suoi primi anni di attività sono quindi caratterizzati da un’intensa produzione di eventi e rassegne, realizzati in collaborazione con autorevoli esponenti del panorama culturale e offerti gratuitamente a fruitori di ogni età.  Eventi capaci di raccontare, spiegare, stimolare, incuriosire…formare.

È nel 2006 che si delinea sempre più marcatamente la particolare attenzione di Fondazione nei confronti della formazione: prendono il via progetti dedicati ai più giovani, come Scuola Leggendo e Cattedra Edoardo Garrone, Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale. Quest’ultima iniziativa, in particolare, integrando il tema della formazione a quello del territorio e declinando in un secondo momento il percorso formativo in chiave di autoimprenditorialità, costituirà un modello per l’elaborazione di diverse iniziative future. Genova Scoprendo, percorso dedicato alle scuole secondarie di primo grado, nasce per avvicinare gli studenti alla storia e al patrimonio artistico e culturale della loro città e per incoraggiare una partecipazione attiva e responsabile.

Nel 2013, a seguito della scomparsa del Dottor Riccardo Garrone, il figlio Alessandro assume la carica di Presidente, esprimendo la volontà di tutta la famiglia di dare continuità al proprio disegno filantropico.

In linea con una visione già chiara al fondatore a partire dalla fine degli anni ‘90 e dimostratasi di crescente e diffuso interesse dopo la crisi economica del 2008, le nuove linee progettuali prevedono crescente impegno a favore della valorizzazione e dello sviluppo economico dei territori montani, ricco di risorse e potenzialità per il futuro di molti giovani e dell’intero Paese. Il proposito di affrontare queste sfide dando vita a iniziative originali e autoprodotte, porta la Fondazione a stringere nuove partnership con soggetti pubblici e privati di livello nazionale: l’ottica è quella della messa in comune di competenze e risorse per dare vita a progetti solidi, scientificamente validate davvero capaci di creare impatto e valore sostenibile nel tempo.

2014-2018

Fondazione Edoardo Garrone si dedica alla realizzazione di percorsi formativi innovativi, di alta qualità e gratuiti: l’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo di capacità imprenditoriali e manageriali nei giovani, così che possano essere ogni giorno più protagonisti del futuro dei propri territori.
Nel 2014 prende il via ReStartApp, il primo campus di incubazione di impresa per il rilancio dell’economia appenninica, dedicato agli under 35. Il format è vincente e nel 2016, con la collaborazione di Fondazione Cariplo, viene replicato sulle Alpi: nasce ReStartAlp.

In ambito culturale Fondazione Edoardo Garrone punta allo sviluppo di nuovi modelli di gestione museale: nel 2015 viene avviata la prima edizione del Master in Management dei Beni Museali, percorso formativo intensivo volto a individuare una nuova formula per la gestione sperimentale del Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova. Nel 2018 il focus si sposta invece sul Museo della Ceramica di Savona: a partire da un hackathon, il fine è quello di trovare una nuova squadra e un nuovo modello di gestione per valorizzare il patrimonio artistico della città, favorendo così il rilancio turistico e culturale del territorio.

A partire dalla fine del 2017 Fondazione Edoardo Garrone sceglie di dedicare un progetto alle Onlus sul territorio ligure: Fundraising Coaching Plus unisce alta formazione e impegno sociale; il suo obiettivo finale, infatti, è quello di rivitalizzare il terzo settore locale fornendo alle associazioni strumenti e conoscenze che possano aiutarle a crescere nel tempo.

Alla fine del 2018 Fondazione Edoardo Garrone risulta uno degli interlocutori principali nell’ambito del dibattito sullo sviluppo economico delle Terre Alte italiane, tema divenuto orami centrale nella propria mission. Grazie alle esperienze e alle storie delle aziende che continuato a nascere ogni anno dai campus ReStartApp e ReStartAlp, Fondazione contribuisce a mantenere vivo, a livello nazionale, un concreto focus positivo sulle opportunità di innovazione, sperimentazione e sviluppo sostenibile offerte dalle nostre montagne.

2019

La montagna e l’imprenditoria giovanile sono al centro dell’attività di Fondazione Edoardo Garrone, che nel 2019 presenta i risultati di ReStartApp per il centro Italia, un’edizione del progetto dedicata espressamente alle aree colpite dal sisma del 2016.
Nel 2019 viene lanciata la prima edizione dei campus RestartApp e ReStartAlp uniti, con l’intento di sviluppare economia e imprenditorialità nelle aree montane attraversate dai cammini, cogliendo il crescente interesse per il turismo lento come occasione di scoperta dei territori e delle loro eccellenze.

2020
Montagna innevata, in primo piano un piccolo paesino

La pandemia di Covid19, con le conseguenti restrizioni, chiusure e prescrizioni di distanziamento e il proliferare di analisi e riflessioni su possibili cause e soluzioni, ha intensificato l’interesse di buona parte dell’opinione pubblica verso stili di vita sostenibili, decongestionamento dei centri urbani e nuovi modelli di insediamento nelle aree interne e nei borghi montani.
I progetti e le attività di Fondazione Edoardo Garrone a favore della valorizzazione e dello sviluppo sostenibile dell’Appennino, hanno trovato quindi ulteriore spinta e nuovi importanti momenti di conferma e attenzione.

L’edizione 2020 del Campus ReStartApp, realizzato in presenza tra i mesi di settembre e novembre anche per ribadire la rilevanza sociale e relazionale dei percorsi formativi, ha registrato un numero doppio di candidature rispetto agli anni passati, a dimostrazione della crescente consapevolezza sui temi del green deal europeo e mondiale.

2021

Prende il via la prima edizione di “Progetto Appennino – idee che muovono montagne”, nuovo format progettato per mettere a sistema tutte le esperienze fatte in ambito di sviluppo imprenditoriale montano da Fondazione Edoardo Garrone a partire dal 2014. Grazie a una rete di partnership in continua crescita ed evoluzione, nel corso di 6 anni di attività – con i Campus ReStartApp, ReStartAlp, “ReStartApp per i Cammini Italiani” e il progetto “ReStartApp per il Centro Italia” - Fondazione Edoardo Garrone ha elaborato e validato sul campo una formula efficace, integrata e replicabile, di sviluppo e consolidamento dedicata alle giovani imprese della montagna. Un vero e proprio sistema di percorsi formativi e consulenziali, che coniuga incubazione, accelerazione e laboratori di rete.
“Progetto Appennino – idee che muovono montagne” nasce per mettere a disposizione delle strategie e delle politiche di sviluppo dei territori appenninici, strumenti e competenze specificamente rivolti allo sviluppo di nuove imprese e alla piena valorizzazione del tessuto imprenditoriale esistente, anche grazie alla creazione di reti capaci di condividere risorse, conoscenze e opportunità, efficientare processi ed elaborare nuove proposte per nuovi mercati.

Ogni anno, un apposito bando, “call per i territori”, permette a Fondazione Edoardo Garrone di selezionare il territorio appenninico in cui realizzare l’intero sistema di attività, ricercando la collaborazione di partenariati pubblico-privati locali che vogliano integrare l’iniziativa in una visione strategica di sviluppo territoriale e comunitario.

Nel 2021, il partenariato guidato da Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, si è aggiudicato la prima edizione di “Progetto Appennino” che prevede:

  1. il Campus ReStartApp 2021
  2. “Vitamine in azienda”, percorsi di accelerazione personalizzati per 15 imprese locali già attive sul territorio;
  3. “Imprese in rete”,  2 laboratori per la creazione o il consolidamento di altrettante reti fra imprese locali.

 

Scopri di piu' su FEG

Close Search Window