Di Francesca Campora

Gennaio, l’inizio di un nuovo anno.

Un nuovo inizio per il nostro lavoro.

Finalmente abbiamo dato il via a un progetto che ci impegnerà per molto tempo e che, da molto tempo, occupa il nostro pensiero e le nostre giornate. Appassionandoci e spingendoci a guardare sempre un po’ più in là e a chiederci sempre un po’ di più.
Negli ultimi anni abbiamo esplorato l’Appennino, abbiamo compreso le fragilità di adesso e ascoltato la forza di sempre, abbiamo conosciuto e assaporato la ricchezza dei luoghi e delle risorse e abbiamo intuito l’offerta di un domani in tutta la sua lucida attualità.
Lo abbiamo fatto dalla parte dei giovani, quelli che scelgono di fare impresa non solo per trovare la propria strada ma anche per dare un contributo concreto e responsabile a una comunità. Continueremo a farlo. Con un approccio più inclusivo e allargato: gli imprenditori nati dai nostri campus, ancor prima di lavorare sul territorio, lavorano per il territorio; non si tratta mai soltanto di una storia aziendale ma, sempre, di un progetto al contempo economico, ambientale e sociale. Di un progetto geograficamente, storicamente e culturalmente radicato.
Eccoci quindi pronti a fare un lavoro più approfondito sui territori, accanto ai loro piani di sviluppo e alle loro vocazioni, occupandoci delle giovani imprese già esistenti, di quelle pronte a nascere e della possibile collaborazione tra loro e con altre di altri territori appenninici, magari accomunate dalle stesse sfide o dagli stessi valori.
Apriremo un nuovo campus di incubazione, offriremo nuovi percorsi di accelerazione, lavoreremo in rete per favorire reti…lo faremo con nuovi importanti partner e potremo contare sulla collaborazione e le competenze di quelli di sempre…sarò bello, a breve, poter raccontare tutte queste nuove opportunità.

Gennaio. Un nuovo inizio per il nostro lavoro.

Nel 2014 con il primo Campus “ReStartApp®”, iniziava il nostro impegno per l’Appennino. Il video realizzato per promuovere l’iniziativa riportava una scritta “Dedicato a Riccardo Garrone, al suo Progetto Appennino, alla sua passione per la sfide, al suo amore per la montagna, alla sua fiducia nei giovani”.

Gennaio. Il mese per ricordare.

[Riccardo Garrone | Genova, 23 gennaio 1936 – Grondona, 21 gennaio 2013]