RESTARTAPP PER IL CENTRO ITALIA

In collaborazione con

Laboratorio di futuro

ReStartApp® per il Centro Italia è il progetto che Fondazione Edoardo Garrone, in collaborazione con Legambiente, dedica alle giovani aziende di Lazio Marche e Umbria che oggi guardano al futuro e cercano formule innovative di sviluppo, nonostante le difficoltà causate dal terremoto del 2016.
A seguito del sisma, infatti, queste regioni hanno vissuto un forte ridimensionamento del mercato “di prossimità”, per decenni sbocco primario della maggior parte delle imprese presenti. Territori storicamente vocati all’agricoltura, all’allevamento, all’artigianato e al turismo, a seguito di questo drastico ridimensionamento del mercato locale e dei danni materiali provocati dagli eventi sismici, hanno perso definitivamente diverse attività imprenditoriali mentre altre si sono fermate in cerca di un nuovo disegno e solo alcune stanno oggi ripartendo grazie a nuove strategie di mercato.

Il progetto

Il format del progetto prende ispirazione da ReStartApp® e ReStartAlp® sfruttando soprattutto l’esperienza maturata nella consulenza e nell’accelerazione di imprese già esistenti. Si struttura così un percorso di coaching flessibile e personalizzato che coinvolge 8 imprese distribuite nelle 3 regioni. L’obiettivo è quello di rendere più efficienti ed efficaci i processi produttivi di ogni azienda intervenendo su specifiche tematiche, dal controllo di gestione, alla ricerca di nuovi modelli di business e mercati, fino al marketing e alla comunicazione. ReStartApp® per il centro Italia, inoltre, incentiva la creazione di progetti di rete sul territorio e seguendo le aziende del territorio lungo un percorso che ha dato vita a due reti imprenditoriali nelle Marche e nel Lazio.

Insieme oggi per guardare al domani

Fondazione Edoardo Garrone sceglie, nel 2017, di convogliare la propria attività di riqualificazione dell’imprenditoria appenninica in centro Italia, dove le aree colpite dal sisma hanno una particolare necessità di intraprendere un percorso di rinascita, anteponendo a qualsiasi ricostruzione fisica, la tenuta del tessuto economico e sociale. Un progetto ambizioso, che è stato possibile realizzare grazie alla partnership con Legambiente Onlus. L’organizzazione, infatti, operando a fianco delle imprese colpite dal terremoto fin dai primi momenti dopo il sisma, ha permesso di raggiungere i soggetti più pronti ad essere coinvolti efficacemtne nel percorso di affiancamento e consulenza.

Il racconto del progetto

Scopri le imprese

Amatrice (RI), Lazio. 

Amelia Nibi

AZIENDA AGRICOLA BIO CASALE NIBBI

San Pellegrino di Norcia (PG), Umbria.

Lorenzo Battistini e Ilaria Amici

ETICHE TERRE S.S. – BOSCO TORTO

Caccamo (MC), Marche.

Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani

BIRRIFICIO MC77

Monteleone di Spoleto (PG), Umbria.

Domenico Angelini

AZIENDA AGRICOLA DOLCI GIUSEPPINA

Visso (MC), Marche.

Fabio Cerri e Lina Albani

ARTE BIANCA SNC

Norcia (PG), Umbria.

Giuliana e Gabriele Leopardi

PASTIFICIO LEOPARDI

Norcia (PG), Umbria.

Alessia e Simona Brandimarte

AZIENDA AGRICOLA BRANDIMARTE MAURIZIO

Sant’Anatolia di Narco (PG), Umbria.

Marta Giampiccolo

ZAFFERANO E DINTORNI

Scopri le reti imprenditoriali

PROGETTO DI RETE LAZIO

AMATRICE TERRA VIVA

PROGETTO DI RETE MARCHE

RIZOMI, TERRE FERTILI IN RETE